Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Così come annunciato,questa mattina la raccolta dei rifiuti è ripresa regolarmente a Lanciano e in altri comuni del comprensorio, anche se il persistere di una difficile situazione meteo non consente ancora la piena normalità del servizio. Va comunque sottolineata l'opera svolta in questi giorni dal personale di Ecolan impegnato anche oggi in molte zone della città. Soprattutto nei quartieri del centro storico e non solo. Non c'è stato nessun “ponte lungo” fanno sapere da Ecolan, rispondendo alle critiche pesanti che sono piovute sulla pagina fb della società. Critiche ai limiti dell'insulto ritenute ingiuste e ingiustificate. “Ecolan è la vostra società, i proprietari sono i cittadini, è giusto pretendere e criticare quando è opportuno, ma non è giusto offendere e calunniare – si legge sulla pagina - senza conoscere quali sono i compiti e senza tenere conto delle difficoltà che il maltempo può provocare. I dipendenti stanno facendo il doppio turno, chi non è abilitato a guidare un mezzo è stato munito di pala e sale per pulire dalla neve prima di tutto le vie d'accesso ai servizi pubblici essenziali. Non chiediamo gratitudine ma rispetto. Ricordiamo che Ecolan ha il compito di gestire la raccolta dei rifiuti e non la Protezione civile. La società ha comunque dato la propria disponibilità nella gestione dell'emergenza neve. I comuni hanno concordato con noi alcuni servizi come lo spargimento del sale in alcune aree ben definite e dove spettava a noi abbiamo fatto più del nostro dovere”. La dirigenza della società difende il lavoro portato avanti trai i tanti visibili disagi. “Non siamo infallibili, l'importante è riconoscere gli errori quando ci sono e migliorare sempre. E' questo il nostro unico obiettivo per dare servizi sempre più adeguati ai cittadini, che, lo ricordiamo, sono gli unici proprietari della Ecolan”.

Scuole di ogni ordine e grado chiuse anche mercoledì a Lanciano. Lo ha deciso poco fa il sindaco Mario Pupillo, che ha emesso una nuova ordinanza. "La sospensione - si legge in una nota del Comune - si rende necessaria per il perdurare delle avverse condizioni meteorologiche previste per la giornata di domani e dopodomani, con ulteriori nevicate e diminuzione delle temperature che nella giornata di mercoledì scenderanno abbondantemente sotto lo zero. Il prolungamento della sospensione è assunto in relazione ai recenti avvisi della Protezione Civile e del Centro Funzionale d'Abruzzo, nonché dei disagi alla viabilità causati dalle abbondanti nevicate in tutto il comprensorio Frentano di provenienza dei circa 4200 studenti delle scuole di Lanciano". L'amministrazione fa sapere che sono in corso le verifiche degli impianti di riscaldamento nelle scuole da parte dell'ufficio tecnico, che ha effettuato due interventi alla scuola elementare “Bellisario” per un tubo antincendio scoppiato a causa del gelo e alla scuola media “Umberto I” per la rottura di un termosifone. “La condizione della viabilità delle strade principali è buona, si circola regolarmente con gomme termiche o catene da neve, prestando la massima attenzione e utilizzando l'auto solo in caso di necessità: nelle prossime ore sono in programma interventi mirati sulla percorribilità dei marciapiedi e il ripristino delle zone antistanti le scuole, per consentire la ripresa delle lezioni in sicurezza il prima possibile”, sottolinea Mario Pupillo. A causa del maltempo, è stato sospeso anche il mercato del mercoledì di piazza Garibaldi.

Il Presidente f.f. del Comitato di Lanciano della Croce Rossa Italiana, vol. Maurizio Crognale, ha reso noto di aver richiesto la mobilitazione del Corpo Militare volontario della Croce Rossa per far fronte ai disagi registratisi a causa delle intense ed eccezionali precipitazioni nevose che stanno imperversando anche sulla città di Lanciano. È stato dunque attivato un servizio per il trasporto di medicinali urgenti e viveri di prima necessità sino alla mezzanotte del prossimo 10 gennaio.

Per informazioni rivolgersi al numero 0872.716606

Intorno alle 14 di oggi in vico 18 Garibaldi, nel quartiere di Civitanova, un uomo di 43 anni Andrea Canci è precipitato da un terrazzo da una altezza di oltre 10 metri mentre era intento a spalare la neve accumulata in questi giorni. Sul posto è immediatamnete giunta una ambulanza che ha trasportato l'uomo al Renzetti da dove è stato successivamnte trasferito in eliambulanza all'ospedale di Pescara . Sulle sue condizioni per ora non è trapelato nulla visto che sul posto ci sono ancora le forze dell'ordine intente a parlare con i  familiari.

(foto di Federica Roselli)

 

Il Sindaco Mario Pupillo ha deciso di sospendere le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado del territorio di Lanciano, compresi i nidi d'infanzia, per le giornate di lunedì 9 gennaio e martedì 10 gennaio.
L'ordinanza di sospensione si rende necessaria a causa delle avverse condizioni atmosferiche che permangono e dei disagi e delle difficoltà che si registrano alla circolazione stradale per le recenti abbondanti nevicate, che hanno interessato non solo la città di Lanciano, ma anche il comprensorio territoriale di provenienza dei circa 4200 studenti delle scuole di Lanciano.
Si raccomanda di utilizzare l'auto solo in caso di stretta necessità e solo se dotata di gomme antineve e/o catene e di prestare massima attenzione negli spostamenti.

I mattinata riunione operativa in Comune . Le strade in larga parte percorribili, ma bisogna prestare la massima attenzione e utilizzare l'auto solo in caso di estrema necessità e solo se dotata di gomme antineve e/o catene da neve.

I mezzi spazzaneve e spargisale sono all'opera da stamattina alle 4, proseguiranno nel pomeriggio. Attualmente ci sono -5° e sono previste altre nevicate tra oggi e domani. È stata emessa un'ordinanza di sospensione del mercato settimanale di domani sabato 7 gennaio, per ovvie ragioni.

Il Sindaco Mario Pupillo, in qualità di Capo della Protezione Civile del Comune di Lanciano, ha firmato l'ordinanza con cui istituisce la Centrale Operativa Comunale in relazione allo stato di allerta meteo per neve e ghiaccio come da avviso per avverse condizioni meteorologiche emesso ieri dalla Protezione Civile Nazionale.

Da questa mattina e per le 24-36 ore successive si prevedono venti di burrasca con raffiche forti e nevicate in Abruzzo, con "apporti al suolo generalmente moderati, localmente abbondanti sulle regioni Adriatiche", si legge nell'avviso.

Il Centro Operativo Comunale, con sede nell'ufficio di Protezione Civile di Largo Tappia, attiva le varie funzioni a supporto del Sindaco e monitora tutta la fase di allerta per l'attuazione degli interventi di assistenza alla cittadinanza e di ripristino della viabilità.

Nello specifico sono state attivate: funzione tecnica di pianificazione, Fausto Boccabella Settore Lavori Pubblici; funzione volontariato dott. Claudio D'Angelo; funzione Materiali e mezzi e funzione strutture operative locali e viabilità, Gabriele Dell'Elce Comando Polizia Municipale; funzione assistenza alla popolazione, Tiziana Silvestri Settore Politiche Ambientali; funzione amministrativa contabile, Paolo D'Antonio settore Programmazione Finanziaria ed Economica. “Ringrazio sin da ora tutti i Dipendenti Comunali che presteranno senza sosta il proprio servizio per alleviare i disagi della nevicata: con l'Assessore ai Lavori Pubblici, Pino Valente, seguiamo l'evolversi della situazione. Siamo pronti con il piano neve, nel pomeriggio è prevista una prima uscita dei mezzi spargisale per contrastare la probabile ghiacciata notturna. Contiamo sulla massima collaborazione della cittadinanza per ridurre al massimo i disagi”.

Si raccomanda di utilizzare l'auto solo in caso di stretta necessità e con le dotazioni antineve necessarie, gomme termiche o catene. L'evento in programma domani sera nell'ambito dell'iniziativa culturale “Conversazioni del Venerdì” è stato rinviato a data da destinarsi.

Le comunicazioni ufficiali verranno diffuse tramite la pagina pubblica verificata facebook.com/pupillosindaco e il sito istituzionale del Comune di Lanciano www.lanciano.eu.

E' uno dei grandi temi del nostro tempo. Le aspettative di vita si sono di gran lunga allungate, la popolazione anziana è aumentata molto in questi ultimi anni e sono cresciute nuove esigenze. Tra queste spicca l'assistenza domiciliare. Ed è proprio questo l'argomento al centro del Convegno promosso e organizzato dal Consorzio Sgs (Servizi Globali Sociosanitari) di Lanciano per festeggiare un compleanno significativo, 10 anni di attività. L'emozione è palpabile mentre ricorda i primi timidi passi mossi in una sorta di scantinato, adibito ad ufficio. Da allora di anni ne sono passati 10 e tanta strada è stata percorsa con sacrificio e impegno, superando gli inevitabili ostacoli e difficoltà, ma senza mai perdere di vista l'obiettivo prioritario. Costruire una rete, mettere al centro la persona, dare spazio all'associazionismo e all'aggregazione. A parlare, salutata dagli applausi di una platea affollata e attenta è Maria Luigia Di Blasio, direttore generale del Consorzio che ha appunto spento 10 candeline. Un traguardo importante che è stato sottolineato da un momento di riflessione e confronto che ha visto la partecipazione di qualificati relatori che hanno affrontato una questione di grande interesse e attualità. “Come le nuove tecnologie possono migliorare l'assistenza domiciliare, quali potrebbero essere i nuovi modelli”. Non solo quindi il consuntivo dell'attività svolta dal Consorzio che è una realtà radicata nel territorio abruzzese, attiva da sempre nell'erogazione di servizi socio-assistenziali, ma l'occasione di discutere insieme con l'intervento di professionisti che lavorano nell'ambito del sociale e della sanità. Al breve e coinvolgente saluto e ringraziamento di Maria Luigia Di Blasio è seguito quello altrettanto sentito della presidente del Consorzio Elena Grilli che, in linea con lo spirito e l'orientamento della loro opera, ha ribadito che “al centro c'è la persona e questo è un lavoro che punta a eliminare le disuguaglianze a costruire equilibri maggiori soprattutto nelle situazioni di fragilità e vulnerabilità”. Ha parlato di coesione sociale Fabio Diana, direttore del Consorzio Easy Care di Reggio Emilia, che ha pure ricordato di aver contribuito alla nascita di questo Consorzio, la sua relazione dal titolo suggestivo “Prontoserenità, appropriatezza e continuità assistenziale” è un modello innovativo attuato in 16 regioni. “Il pubblico non può fare a meno del privato-sociale che deve continuare a privilegiare la qualità del servizio, agli amministratori chiedo di regolamentare questo mercato”. Ha seguito con grande attenzione tutti gli interventi l'assessore regionale alla sanità Silvio Paolucci che dopo aver rimarcato l'efficacia e la validità del lavoro svolto dal Consorzio per quanto riguarda i servizi socio-assistenziali ha puntato l'accento proprio sul tema del Convegno, argomento che gli sta molto a cuore. “Il nuovo piano sanitario regionale ha messo in primo piano le cure domiciliari, la presa in carico dei pazienti fragili, partiamo dai territori, una cultura della sanità totalmente diversa dal passato ed è questa la vera grande rivoluzione nel campo della sanità”. Parole che sono state apprezzate dai numerosi sindaci presenti, da tutti gli addetti ai lavori nonché dai relatori. Lorenzo Montelmini direttore di G.P.I. Di Trento ha portato l'esperienza attuata con successo nella sua regione. La realizzazione di cosiddette piattaforme di integrazione collegate a una centrale, si tratta di un progetto di informatizzazione che permette una tempestività di cura e di diagnosi. “La tecnologia è un traguardo importante nell'assistenza domiciliare – ha evidenziato Domenico Mattucci Direttore Sanitario del Consorzio SGS - , è fondamentale poter avere in tempo reale i dati relativi alla situazione clinica del paziente, poter fare una diagnosi e intervenire immediatamente. La nostra attività punta all'innovazione”. Tutti d'accordo nel sostenere che l'unica strada percorribile sia rinnovarsi, studiare nuovi modelli di intervento e di strategie che mettano al centro la persona. “E' necessario andare verso il cittadino, fare una buona integrazione significa anche abbattere i costi – hanno sostenuto i sindaci intervenuti tra cui il primo cittadino di Chieti, Umberto Di Primio, di Vasto Francesco Menna, l'assessore alle politiche sociali Dora Bendotti, in rappresentanza del Comune di Lanciano – finalmente si parla di territorio e di persona, connubio imprescindibile - ha aggiunto il sindaco di Rocca San Giovanni, medico, Gianni Di Rito – è fondamentale l'umanità e bisogna comprendere un altro passaggio importante, l'Adi rappresenta un contributo validissimo ma non può sostituire il medico è necessario collaborare”. Bandire ogni forma di frammentazione per costruire con operatori preparati ed efficienti una rete. La parola d'ordine è integrare, lavorare insieme e il nuovo Piano Sanitario dovrebbe, secondo le dichiarazioni dell'assessore, aiutare a costruire un percorso più ampio e codificato. Al Convegno ha portato il saluto del Governo la Senatrice Federica Chiavaroli. “E' stato un incontro costruttivo dal quale sono emerse linee di intervento, è stato disegnato il quadro della situazione nella nostra Asl di riferimento, abbiamo ascoltato esperienze di altri progetti e modelli. Volevamo individuare strategie integrate innovative per rispondere ai bisogni socio-sanitari emergenti e futuri, nonché rafforzare e intensificare la promozione e la tutela della salute delle persone in condizioni di fragilità. Obiettivo che è stato raggiunto”. ha concluso Maria Luigia Di Blasio.

Lo aveva annunciato già ieri in conferenza stampa il sindaco Mario Pupillo e oggi è arrivata la conferma. Lanciano avrà, a breve, un'autostazione efficace e funzionale a servizio del trasporto pubblico locale e perfettamente integrata nella mobilità cittadina. Procede, infatti, speditamente, la fase progettuale dell’opera che rientra nell’ambito degli interventi strategici del Masterplan “Patto per il Sud” e che coinvolge contestualmente le città di Pescara, L'Aquila, Teramo, Mosciano Sant'Angelo, Vasto e Avezzano. Questa mattina il consigliere delegato alla Ferrovia del Cda di Tua Giovanni Di Vito e il direttore tecnico Michele Valentini hanno incontrato a Palazzo di città il sindaco Mario Pupillo e alcuni tecnici del Comune proprio per definire alcuni aspetti del progetto per la realizzazione dell'autostazione nella zona della “Pietrosa”. Nel corso della riunione – si legge nel comunicato inviato dalla società Tua - sono stati discussi dettagli relativi all'ulteriore miglioramento delle vie d'accesso alla zona dell'autostazione e dei servizi che offrirà agli utenti. I lavori inizieranno entro il primo semestre di quest'anno e termineranno nel 2018. L’intervento strategico dell’autostazione di Lanciano rientra nel progetto del Masterplan denominato “Realizzazione, ammodernamento e riqualificazione del sistema regionale delle autostazioni/impianti/aree a servizio del TPL per lo scambio modale gomma-gomma e gomma-ferro per L’Aquila, Teramo, Mosciano Sant’Angelo, Vasto, Avezzano, Pescara e Lanciano oltre che all’avvio del programma di messa in sicurezza delle stazione di fermata sulle SS 16 e 17”. Per l'intero progetto sono stati finanziati 5 milioni di euro e la società di trasporto della Regione Abruzzo Tua Spa ne è il soggetto attuatore. “ Questa mattina – ha spiegato Giovanni Di Vito – abbiamo condiviso con l'amministrazione alcuni dettagli da rimodulare per la realizzazione dell'autostazione. Un'opera che si inserisce in un discorso migliorativo e di completamento delle infrastrutture a Lanciano e che renderà più funzionale la mobilità cittadina, con ricadute importanti per lo sviluppo economico e turistico di questa città. L'autostazione – ha continuato Di Vito – è soltanto l'ultima opera in ordine cronologico discussa tecnicamente con l'amministrazione comunale. Dal 27 dicembre, infatti, Tua si sta interfacciando quotidianamente con tutti gli altri enti direttamente coinvolti nella realizzazione di diverse infrastrutture. E' un'occasione irripetibile – ha concluso – quella di permettere a tante zone del nostro territorio di sfruttare nel più breve tempo possibile, quanto di strategico ha garantito il Masterplan a questa regione.” Sulla realizzazione dell’autostazione a Lanciano è intervenuto anche il consigliere regionale delegato ai Trasporti Camillo D'Alessandro: “ L'obiettivo è quello di rendere Lanciano sempre più integrata dal punto di vista della modalità gomma e di quella ferroviaria, la realizzazione dell'autostazione nel capoluogo frentano – ha rimarcato il consigliere regionale – rappresenta un altro passo avanti per la mobilità cittadina che andrà ad integrarsi perfettamente con un altro progetto che stiamo portando avanti, quello del tram”.

 

Il Centro Funzionale della Protezione Civile Abruzzo ha diramato un comunicato per neve a quote basse per la giornata di domani 5 gennaio fino alla mattinata di sabato 7 anche su Lanciano. “Il fenomeno nevoso interesserà, inizialmente, i rilievi appenninici fino a quote collinari e, dalla notte tra il 5 ed il 6 gennaio, anche le località del litorale, dove le temperature saranno prossime o di poco inferiori allo zero per tutta la giornata di venerdì. Le nevicate saranno accompagnate da venti forti di bora”, si legge in un passaggio.

In relazione all'informativa il settore Lavori Pubblici e Protezione Civile del Comune di Lanciano, si legge in una nota stampa diffusa da palzzo di città, coordinato dall'ingegner Fausto Boccabella e presieduto dall'Assessore Pino Valente, ha attivato le procedure del Piano Neve per fronteggiare l'evento meteorologico previsto.

Saranno 33 i mezzi, di cui 3 di proprietà comunale (pale gommate, bobcat con lama, motopossibili, camion e trattori con lama), di cui 25 impegnati e 8 di scorta e supporto per le attività di sgombero della neve dalle strade e di spargisale.

Il Settore Lavori Pubblici ha affidato a 18 ditte private il servizio, che potrà contare sull'ausilio degli operatori della EcoLan (fino a un massimo di 20 unità) per la pulitura dei marciapiedi e delle zone pedonali.

Il Piano Neve prevede una divisione dell'intero territorio comunale in 20 zone, con assegnazione delle stesse alle varie ditte private incaricate dello sgombero neve. Le ditte incaricate del servizio sono le seguenti: Marfisi & Giancristofaro, Casalanguida Raimondo, Giuseppe Bellisario, Sciascio Consiglio, Florindo Natale, Cantelmo & Di Nenno, Euroter, Edilizia Di Biase Snc, Enrico Lamelza, Gianni Di Biase, Carmine Nasuti, Nicola Nasuti, Di Menno Giovanni, Aurelio Di Battista, Edin Costruzioni, Domenico Paoloemilio, Alfonso Franceschini, Walter D'Ulisse.

Per le operazioni di spargimento del sale sono a disposizione 600 quintali di sale: l'obiettivo è limitare l'effetto del ghiaccio che si formerà con molta probabilità durante le ore notturne, sia per le basse temperature attese che per il vento forte di bora. In piazza Plebiscito ci sarà un cumulo di sale per uso strettamente personale a disposizione della cittadinanza. La Polizia Municipale e gli uffici del Settore Lavori Pubblici raccomandano di utilizzare l'auto solo se dotata di gomme termiche o catene e comunque solo in caso di stretta necessità. Si consiglia di consultare il sito http://allarmeteo.regione.abruzzo.it per le informazioni sulle allerte e il sito istituzionale del Comune di Lanciano www.lanciano.eu per le altre informazioni del caso.