Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

CasaPound Italia Lanciano  esprime soddisfazione per il ripristino dell'illuminazione elettrica nella contrada di Madonna del Carmine, da settimane al buio, i cui residenti si erano rivolti proprio al movimento per chiedere il ripristino del servizio. "Siamo lieti - afferma CasaPound in una nota - di aver contribuito affinché la voce dei residenti potesse essere udita, e l'amministrazione comunale si ricordasse delle promesse elettorali circa le frazioni, evidentemente dimenticate dopo la rielezione del sindaco Pupillo".
"Dopo questo primo risultato - prosegue la nota  - continueremo nel nostro impegno a fianco dei cittadini delle contrade, finché i numerosi problemi che ancora le affliggono, ad iniziare dalle condizioni disastrosi in cui versa il manto stradale. Se davvero il sindaco Pupillo può mettere a disposizione delle contrade un milione di euro all'anno, è evidente che e solo molto distratto, e provvederemo noi a segnalare a lui ed alla cittadinanza i numerosi lavori da eseguire".

Strade dissestate, illuminazione pubblica inesistente e nessuna risposta  da parte del Comune e della Provincia: sono i disservizi segnalati da alcuni residenti di contrada Madonna del Carmine di Lanciano, i cui residenti si sono rivolti a CasaPound. "Siamo stati contattati nei giorni scorsi da alcuni residenti della contrada - si legge in una nota diffusa da CasaPound Italia Lanciano - che ci hanno segnalato la totale mancanza di illuminazione nella zona compresa tra l'asilo e l'incrocio che porta ad Orsogna; da più di due settimane i cittadini, per salvaguardare la propria sicurezza, sono costretti a rimanere in casa dopo il tramonto date le condizioni del manto stradale dissestato ed il buio completo in cui versa l'intera area. I cittadini esasperati, si sono rivolti a noi - prosegue la nota - dopo che i loro numerosi appelli al comune e alla provincia sono stati totalmente ignorati dalle istituzioni. La situazione è tanto paradossale quanto pericolosa e deve essere risolta nel minor tempo possibile". Il movimento ricorda al sindaco Pupillo le promesse della campagna elettorale, con il milione di euro l'anno riservato alle contrade. "Siamo pronti a dare battaglia insieme ai residenti del quartiere - conclude la nota - finché la situazione non sarà adeguatamente risolta."