Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Grande successo sulle spiagge abruzzesi dell’iniziativa benefica “Decora per un amico in riva al mare” interamente finanziata dal SIB/Confcommercio e organizzata in collaborazione con la Fondazione Contessa Lene Thun Onlus che da anni realizza laboratori gratuiti per bambini in contesti ospedalieri e di disagio pediatrico in genere.

Sull’intero litorale tantissimi concessionari di Casalbordino, Torino di Sangro, Fossacesia, Francavilla al Mare, Pescara, Montesilvano, Silvi, Pineto, Roseto, Giulianova hanno offerto a tanti piccoli bagnanti un kit contenente un oggetto di ceramica Thun da colorare, un grembiule, i colori e un diploma con la denominazione “Decora per un amico in riva al mare”.

Riccardo Padovano presidente SIB/Confcommercio Abruzzo “Sono contentissimo della riuscita in Abruzzo dell’iniziativa con tanti concessionari che hanno dato il loro contributo per il duplice obiettivo di far divertire i bambini e sostenere un’importante finalità benefica.

E’ stato bellissimo vedere tanti piccoli bagnanti impegnati intorno ad un tavolo con tanto di grembiule nella colorazione degli oggetti Thun con risultati meravigliosi.

Abbiamo voluto dare un segnale di solidarietà alla Fondazione Thun che da anni si occupa di dare sostegno pratico e psicologico a bambini chiamati ad affrontare prove difficili.

Grazie alla Fondazione Thun bambini affetti da patologie gravi trovano un prezioso aiuto per affrontare la malattia modellando e dipingendo la ceramica nei 25 laboratori permanenti attivati in 15 ospedali italiani.

Grazie all’aiuto degli imprenditori balneari l’obiettivo è di arrivare entro il 2017 a 34 laboratori in 19 ospedali italiani con reparti pediatrici che anche grazie alle opere realizzate nei laboratori Thun assumono un aspetto più bello e colorato che aiuta non poco i piccoli malati.”

Sarà inaugurata domani , mercoledì 5 Luglio,  alle ore 18.30 “Una spiaggia per tutti”, la nuova area demaniale che l’Amministrazione Comunale di Fossacesia ha allestito per permettere alle persone che presentano disabilità o comunque difficoltà motorie di potersi muovere agevolmente sulla spiaggia e raggiungere il mare dove fare il bagno.

“Una spiaggia per tutti rappresenta per noi un grande traguardo – dichiara Maria Angela Galante, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Fossacesia – poiché uno degli obiettivi principali che ci siamo posti come Amministrazione ed in particolare come  assessorato alle Politiche Sociali è quello di rendere Fossacesia una città alla portata di tutti, cercando, il più possibile, di mettere in pratica quello che si definisce il diritto all’uguaglianza”.

Nata nell’ambito di un più ampio progetto, che ha previsto lo studio di tutte le strutture presenti sul territorio, al fine di individuare quelle che rispettano i criteri di accessibilità e munendo ciascuna di un apposito “bollino all’accessibilità”, la zona dedicata ad “una spiaggia per tutti” sorge nell’area demaniale presente nei pressi della piazzetta del bancomat, sul Lungomare , dove sono stati allestiti appositi servizi e strutture utili per la fruibilità della spiaggia anche da parte di persone con difficoltà di movimento e disabilità. Nello specifico è stata installata una lunga passerella che conduce sin dentro il mare, dove la persona disabile, con l’ausilio delle sedie job, messe gratuitamente a disposizione dell’utenza, potrà fare agevolmente il bagno. Inoltre l’area presenta uno spazio ombreggiato, appositamente creato per il ristoro e la permanenza, una zona gazebo per l’accoglienza e l’opportunità di socializzare insieme, secondo la logica della reale inclusione sociale. Infine è previsto, in determinati orari, un servizio di assistenza ai bagnanti. “L’idea di una spiaggia per tutti nasce dalla volontà di rendere concreto il concetto di inclusione sociale  - dichiara il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – includere significa dare a tutti uguali diritti, anche quello, semplice, di poter andare al mare e fare il bagno. Lo spazio che abbiamo ideato serve proprio a questo, ad includere, a rendere autonomi tutti coloro che si trovano in una condizione di disabilità o anche semplicemente di difficoltà fisica temporanea. Lo spazio attrezzato è inoltre a disposizione anche delle persone cosiddette normodotate che potranno autonomamente e gratuitamente beneficiare di uno spazio attrezzato, proprio nel rispetto dei principi di inclusione sociale”.

Durante l’inaugurazione che si svolgerà alla presenza del Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, dell’Assessore  alle Politiche Sociali, Maria Angela Galante e di altri rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, si svolgerà  anche la premiazione di personalità che si sono particolarmente distinte nel mondo del sociale e della disabilità ed in particolare Claudio Ferrante, Presidente dell’Associazione Carrozzine Determinate, Mariella D’Aurizio, vincitrice di numerose medaglie d’oro nel nuoto e nei giochi paraolimpici, Umberto Braccili, giornalista  Rai 3 e scrittore,  particolarmente attento al sociale e la scrittrice Patrizia Angelozzi, da sempre impegnata nelle attività del sociale.

La spiaggia di Fossacesia questa mattina risultava pulita e bonificata anche dai detriti pesanti che ieri vi avevamo segnalato. L’amministrazione comunale ha provveduto nel pomeriggio di ieri a ripulire la zona e ha posizionare i nuovi bidoni per la raccolta differenziata. Per docce che continuano a rimanere a secco il primo cittadino Enrico Di Giuseppantonio ha poco fa scritto su Fb quanto segue.

Le docce gratis sulla spiaggia di Fossacesia, alimentate da una falda acquifera naturale, sono tutte attualmente non funzionanti. Il problema potrebbe riguardare il serbatoio di accumulo delle acque, situato sulla collina. Infatti, da giovedì sono in corso, tra tante difficoltà, le verifiche da parte dei tecnici per individuare il guasto. Una volta accertato il problema si procederà, lunedì, ad effettuare i lavori necessari per rialimentare tutti gli impianti doccia. L' Amministrazione Comunale si scusa per l'inconveniente".

 

Fossacesia ottiene per il sedicesimo anno consecutivo la Bandiera Blù, il riconoscimento che si assegna in base criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto e tenendo soprattutto  in considerazione  la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici. (leggi qui)

Le foto che vi mostriamo sono riferite a quella che è la situazione nella spiaggia sotto la stazione e qualcosa sinceramente non torna.  Ad oggi 16 giugno 2017 con temperature altissime e con le spiagge già piene di persone lo spettacolo che ci si trova innanzi è desolante. Spazzatura ovunque, perfino pneumatici, docce pubbliche ancora a secco e stabilimenti, alcuni, ancora in fase di completamento. Le concessioni sono state date solo la settimana scorsa e per gli operatori stagionali è stata una vera e propria corsa contro il tempo per allestire il tutto.

Per quanto riguarda invece i parcheggi a pagamento li la puntualità è stata svizzera e come ogni anno i parchimetri hanno infatti ricominciato a emettere i talloncini che danno diritto alla sosta pena la multa.

Per scendere in spiaggia si è pensato bene di gettare un lingua di cemento che a detta di molti in un luogo così caratteristico e con un trabocco a poche decine di metri sembra davvero un pugno in un occhio.

Le bandiere blù è vero sono riconoscimenti prestigiosi che la politica dei comuni costieri sventola ben volentieri ma, se poi, la realtà non  è poi così tanto blù le persone se ne accorgono e tirano le somme.(C.Lab)

 

Si è svolta oggi, presso la sede del CNR di Roma, la cerimonia di consegna della Bandiera Blu, il prezioso sigillo conferito dalla Fee ai Comuni che nel corso dell'anno si sono distinti per le acque di balneazione eccellenti, certificate dall'Agenzia Regionale di Tutela Ambientale e per le politiche attive in tema di ambiente. Presenti alla cerimonia il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio e l'Assessore al turismo Paolo Valentino Sisti. " È una grandissima soddisfazione il poter ricevere per il 16' anno consecutivo la bandiera blu -  dichiara Enrico Di Giuseppantonio, Sindaco di Fossacesia-Questo prezioso sigillo rappresenta per noi un importantissimo obiettivo per il quale lavoriamo tutto l'anno al fine di offrire innanzitutto agli amanti del nostro mare acque sicure in cui poter bagnarsi, ma anche una serie di servizi utili ed idonei per il rispetto della tutela ambientale e la promozione del turismo." Per l'anno 2017, 163 sono i comuni in tutta Italia a ottenere da parte della Fee il prestigioso sigillo, due in più rispetto all'anno scorso. Il programma prevede il rispetto di una serie di severi parametri sia in tema di acque di balneazione, sia in tema di attività legate all'ambiente come ad esempio la raccolta differenziata ed i servizi turistici. "Ancora una volta il conferimento della bandiera blu ci testimonia che le nostre scelte ed azioni in tema di ambiente e turismo sono corrette - commenta l'Assessore al turismo del Comune di Fossacesia, Paolo Valentino Sisti- e questo ci spinge a proseguire con in questa direzione con l'obiettivo però di raggiungere standard di qualità sempre maggiori" Domani 9 Maggio alle ore 11.30 nella piazza centrale di Fossacesia l'Amministrazione Comunale ha voluto organizzare la cerimonia " Alzabandierablu", un evento ideato per festeggiare tutti insieme la conquista della bandiera blu. Saranno presenti alla cerimonia le forze dell'ordine, le associazioni cittadine, i balneatori e gli alunni dell' istituto comprensivo.  "Vogliamo festeggiare tutti insieme, subito, il conferimento della 16 Bandiera Blu - concludono il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio e l'Assessore al turismo Paolo Valentino Sisti- ed ecco perché abbiamo deciso di organizzare questa cerimonia. Il mare pulito è un diritto di tutti e la bandiera blu è un bene di tutti e con tutti vogliamo festeggiarla perché l'averla conquistata è il risultato dell'impegno di tutti noi"

Anche per il 2017 il mare di Fossacesia risulta eccellente. Questo è quanto deliberato dalla Giunta Regionale in merito alla classificazione della qualità delle acque di balneazione in Abruzzo per la prossima stagione estiva, dalla quale risulta ancora una volta che il mare di Fossacesia è risultato eccellente su tutto il suo tratto di costa. I prelievi, effettuati in tre zone differenti e basati su una classificazione della balneabilità delle acque che va da scarsa ad eccellente, hanno infatti riportato in tutti i punti esaminati i valori più elevati di tutta la provincia di Chieti, conferendo così ancora una volta al mare di Fossacesia il primato di eccellenza. “Ancora una volta, le acque del nostro mare sono state classificate eccellenti – dichiara il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – Questo non solo ci riempie d’orgoglio, ma ci sprona a fare sempre meglio per preservare questo importante primato”. La classificazione e la valutazione delle acque di balneazione sono il risultato di attente analisi microbiologiche, effettuate dall'Agenzia Regionale per la Tutela dell'Ambiente e rese note dal Dipartimento Opere Pubbliche, Governo del Territorio e Politiche Ambientali della Regione Abruzzo attraverso le quali, con cadenza mensile e secondo parametri prestabiliti, si esaminano i dati relativi alla presenza di componenti microbiologiche, materiali inquinanti e proliferazione di alghe tossiche. Quattro le classi di qualità delle acque di balneazione in Italia: eccellente, buona, sufficiente, scarsa. Fossacesia ottiene per la stagione estiva 2017 la classificazione di eccellente per tutto il suo mare. Determinante per la qualità delle acque di balneazione è ovviamente lo stato di salute dei fiumi , nonché il corretto operare degli impianti di depurazione. “Ancora una volta voglio ringraziare la Sasi per l’operato svolto e la invito a non abbassare la guardia sull’importanza del buon funzionamento del sistema di depurazione per la salute dei nostri cittadini – commenta Di Giuseppantonio – Avere un mare pulito significa più opportunità di sviluppo turistico e quindi nuove possibilità di lavoro soprattutto per i nostri giovani, che per un territorio come il nostro può rappresentare una vera miniera d’oro”. Ed infatti lo scorso anno le spiagge di Fossacesia hanno registrato un boom di presenze notevole. “Le persone lo scorso anno hanno scelto il nostro mare – dichiara l’Assessore al Turismo, Paolo Sisti - perché pulito, perché erano certi di venire a bagnarsi in acque definite eccellenti e questo rappresenta senza dubbio un valore aggiunto per una realtà come la nostra che vuole fare del turismo il primo o comunque uno dei primi motori dell’economia del territorio”. Ovviamente l’ARTA, l’Agenzia Regionale per la Tutela Ambientale, a partire dal mese di aprile e per tutto il periodo estivo provvederà con cadenza periodica ad effettuare i prelievi ed i campionamenti dovuti, che, come negli scorsi anni l’Amministrazione Comunale di Fossacesia provvederà a rendere noti ed a pubblicizzare.

FOSSACESIA - Il Consiglio comunale di Fossacesia ha approvato all’unanimità la modifica al Piano Demaniale vigente prevedendo l’obbligo per qualsiasi gestore di servizio pubblico, quindi di acqua, luce, gas e telefono, di realizzare i propri impianti interrati. “Abbiamo deciso di apportare questa importante modifica all’attuale piano demaniale – spiega il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – al fine di evitare variazioni morfologiche al bene demaniale, salvaguardandolo quindi anche dal punto di vista ambientale e paesaggistico”. La modifica infatti prevede non solo che i gestori dei servizi pubblici non possano più costruire i propri impianti con i canonici tralicci, antiestetici nonché pericolosi, ma che, a seguito di apposita convenzione con l’Ente, debbano provvedere alla rimozione degli stessi e, di conseguenza, alla realizzazione degli impianti interrati. “La modifica apportata al piano demaniale – conclude Di Giuseppantonio – rientra in tutti quegli interventi che questa amministrazione comunale sta mettendo in campo per il rilancio di Fossacesia Marina, affinchè il nostro lungomare possa diventare un luogo appetibile per gli investimenti commerciali e quindi per il rilancio del turismo”.

Chiazze scure e sostanze oleose al largo della costa abruzzese. A lanciare l'allarme è ancora una volta Nuovo Senso Civico, che ha anche postato sul suo canale YouTube due brevi filmati, girati da alcuni turisti. "Ho ricevuto la telefonata di un associato della zona il cui cliente, un sub di Bergamo, dopo l’immersione nlle giornate di venerdì e sabato scorsi - scrive il sodalizio, riportando il racconto del rappresentante di un'associazione di albergatori - è uscito completamente ricoperto di una sostanza marrone scuro petrolio che ricopriva la superficie dell’acqua per uno spessore di una trentina di centimetri sia a riva che fuori dalla scogliera. Si è dovuto subito lavare e, allarmato, ha chiamato il numero di emergenza della Capitaneria di Porto", che però non avrebbe dato ulteriori spiegazioni. Di qui il timore che potrebbe trattarsi di sversamenti legati allo smantellamento di Ombrina Mare. ”Abbiamo contattato informalmente alcuni affidabili tecnici coinvolti nelle operazioni di smantellamento di Ombrina - continua Nuovo Senso Civico - che ci hanno confermato la presenza in acqua anche nella loro zona di idrocarburi oleosi anche pesanti (ossia non più galleggianti e depositati sui fondali) che però non possono provenire, né provengono dai loro lavori e dai loro mezzi in quanto non si è verificato il benché minimo incidente. Secondo loro è proprio la Capitaneria di Porto che, essendo già stata messa in avviso da qualche giorno, dovrebbe approfondire la questione e fornire delle spiegazioni convincenti. E’ la stessa cosa che chiediamo noi e le tante persone coinvolte, allargando la richiesta a tutte le autorità competenti per fare piena luce su un problema che esiste, non si può e non si deve nascondere, ma dev’essere spiegato e risolto".
 

Legambiente ha pubblicato sul suo portale ufficiale la classifica completa delle località italiane capaci di elevare la qualità del prodotto turistico nazionale. In questa importante classifica, Rocca San Giovanni è posizionata al 32esimo posto in Italia ed è il primo Comune dell'Abruzzo: e anche quest'anno Legambiente le assegna 4 vele. Ma la Costa dei Trabocchi ottiene altre Vele: 2 ciascuno a San Vito, Fossacesia, Ortona e Torino di Sangro. In tutto sono 14 le località abruzzesi sulle quali sventolerà il vessillo.  "Questo importante riconoscimento - sottolinea il sindaco di Rocca Gianni Di Rito - non deriva soltanto dalla bellezza paesaggistica del territorio, ma anche da rigidi criteri di valutazione che il nostro Comune cerca di rispettare da sempre, criteri quali: lo stato di conservazione del territorio e del paesaggio, la qualità dell'accoglienza e la sostenibilità turistica, la pulizia del mare e delle spiagge, la presenza di spiagge libere, la presenza di servizi per disabili, la promozione di iniziative nel campo della gestione sostenibile, la presenza di fondali particolarmente interessanti per chi pratica l'attività subacquea e di servizi a terra. Particolare importanza è data anche dalla vicinanza al borgo medievale, il quale offre punti d’interesse storico-culturali capaci di attrarre numerosi turisti in visita da diverse nazioni, merito per cui Rocca San Giovanni è annoverata tra 'I borghi più belli d’Italia'".