Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Cento litri di gasolio sono stati recuperati, ieri sera, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ortona al termine di un inseguimento conclusosi sulla S.S.16, nei pressi di Contrada Santa Liberata, con l’arresto di una coppia di malviventi, lui 33enne e lei 25 enne, entrambi di Miglianico (CH).

I “Bonnie and Clyde” abruzzesi, già noti alle Forze dell’Ordine, poco prima avevano trafugato, dal serbatoio di un autobus della “TUA” parcheggiato in un deposito ubicato nei pressi della stazione ferroviaria di Ortona, l’ingente quantitativo di carburante opportunamente travasato all’interno di due taniche. L’arrivo inaspettato della gazzella dei Carabinieri ha però rovinato i programmi della coppia che ha provato a fuggire nel tentativo di farla franca. La presenza del furgone con a bordo i due malviventi non è passata inosservata ai militari dell’Arma che, da alcuni giorni, erano sulle tracce di un furgone simile nel modello e colore, segnalato da alcuni cittadini in occasione di un analogo furto di gasolio avvenuto nel Comune di Crecchio .  I due arresti operati dai militari dell’Arma rientrano, infatti, in una più ampia attività di controllo del territorio disposta dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Chieti in tutta l’area teatina al fine di contrastare i reati che maggiormente intaccano la serenità dei cittadini come i furti in abitazione, i furti in genere e le rapine. La coppia, su disposizione dell’A.G., ha trascorso la notte agli arresti domiciliari e, questa mattina, al termine dell’udienza avvenuta con rito direttissimo, il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, ha rinviato la discussone alla data del 29 giugno 2017, disponendo che la donna tornasse in libertà in attesa di giudizio e gli arresti domiciliari per l’uomo.

Sebbene poco più che un ragazzino, aveva messo su, durante le festività natalizie, una piccola ma fiorente attività di spaccio di marjuana proprio nel centro del paese, a due passi dalla Caserma dei Carabinieri. Oggi, per il giovane 16enne di Miglianico, l’amara sorpresa: a bussare alla sua porta sono stati proprio i Carabinieri di Miglianico che, dopo averne seguito le mosse ed aver sequestrato già diversi grammi di marjuana tra Natale e Santo Stefano, identificando anche alcuni acquirenti, gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Infatti, la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di L’Aquila ha ritenuto molto gravi gli indizi a suo carico ed ha richiesto, ed ottenuto, dal G.I.P. presso lo stesso Tribunale la misura cautelare più afflittiva applicabile ad un minorenne. Il giovane, quindi, è stato trasferito presso l’istituto penale minorile di Casal del Marmo di Roma.

 

Che sport e cibo siano un binomio eccellente lo dimostra l’ultima tappa prima della finale del campionato europeo del circuito Alpstours che, nel Miglianico Golf e Country Club, vedrà protagonista la rete di agricoltori di Campagna Amica. Oggi 12 ottobre, per continuare sabato 15 e domenica 16, ad accogliere i golfisti provenienti da tutta Europa nell’elegante struttura sportiva che vanta ben 60 ettari di superficie immersi nel verde ci saranno le eccellenze abruzzesi del made in Italy agroalimentare. Nei tre stand allestiti dai soci di Coldiretti iscritti a Campagna Amica e all’Agrimercato d’Abruzzo, con lo scopo di far conoscere le produzioni tipiche regionali agli sportivi ci saranno olio, vino, pane e pasta anche di farro, confetture e marmellate, passata di pomodoro, salumi e formaggi. Insomma, un trionfo di sapori che, al termine del campionato – la cui finale è prevista sempre a Miglianico da giovedì 20 ottobre a domenica 23 – verranno donati ai vincitori della gara come prezioso cadeaux in ricordo di una regione ricca di eccellenze. “La collaborazione di Campagna Amica con il Golf Club di  Miglianico nasce in seguito ad una esperienza nazionale che ha coinvolto, quest’estate, i circoli storici italiani – dice Luca Canala Direttore di Coldiretti Chieti – il golf è uno sport nobile che, mettendo al centro anche l’importanza della natura e del paesaggio, richiama indirettamente i valori di genuinità caratteristici del progetto di Campagna Amica. In tal senso, gli agricoltori di Coldiretti porteranno in dote alle 18 buche prodotti sani, garantiti, di qualità e rigorosamente a km 0”. Non coppe, quindi, ma prodotti agricoli offerti da Campagna Amica per ricordare che i primi a magiare bene sono sicuramente gli sportivi, che conoscono l’importanza di saper coniugare natura, sport, salute e alimentazione.

Ancora una volta la fattiva collaborazione tra carabinieri e cittadini ha impedito ad un gruppo di malviventi di mettere a segno l’ennesimo furto in abitazione dando dimostrazione che la sicurezza e la percezione di sicurezza aumentano sempre più laddove ognuno di noi si sente parte di una rete più ampia  nella quale ogni cittadino fa da “sentinella” al suo vicino di casa e all’occorrenza chiede aiuto alle forze dell’ordine. E’ successo a Miglianico. Alcuni abitanti della contrada Cerreto, allarmati dal sistema antifurto di un’abitazione del posto, hanno subito chiamato il numero unico di Pronto Intervento 112 dei Carabinieri. Nel frattempo i cittadini, scesi in strada, hanno visto alcuni individui che, ancora nell’abitazione del malcapitato vicino, vistisi scoperti, si affrettavano a darsi alla fuga. I coraggiosi vicini, quindi, bloccavano la via di fuga ad uno dei malviventi il quale, nel tentativo di aprirsi un varco, li minacciava brandendo uno grosso cacciavite, verosimilmente utilizzato in precedenza per forzare la serratura del portone d’ingresso dell’abitazione. Il suo tentativo di fuga è però risultato vano poiché poco dopo sono arrivati i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Ortona che lo hanno bloccato e tratto in arresto con le accusa, tra l’altro,  di tentata rapina aggravata. In manette è finito un cittadino cileno di 27 anni, J.R.J.J., che su disposizione della locale Autorità Giudiziaria è stato associato alla casa circondariale di Chieti. Gli uomini dell’Arma sono ora alla ricerca di altri due complici riusciti a dileguarsi prima dell’arrivo dei Carabinieri e dei cittadini residenti.