Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Grazie all’accordo dell’UNPLI con il Ministero dei Beni Culturali (Mibact), la Pro Loco di LANCIANO, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e con il patrocinio del Comune di Lanciano, ha aderito alla “Festa Europea della Musica 2017” con l’evento “LANCIANO IN JAZZ" che prevede l'esibizione del duo JAZZ TALES, Matteo Bisbano pianoforte, Alice Vedilai voce, che si terrà mercoledì 21 giugno 2017, alle ore 19.00, nel Salone d'Onore della Casa di Conversazione di Lanciano.

La “Festa della Musica”, come avviene in altre paesi europei, coinvolge in maniera organica tutta l’Italia trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare con ogni tipo di musica e ogni tipo di luogo. Lanciano con il suo evento inaugurerà il pianoforte restaurato della Casa di Conversazione, dotato di una particolare accordatura che lo rende molto speciale. La partecipazione all'evento è gratuita. 

Una grande festa nazionale in onore della musica quella che si svolgerà domani 21 Giugno a partire dalle ore 19.30 a Fossacesia nello splendido scenario dell’area monumentale dell’Abbazia di San Giovanni in Venere. Il Comune di Fossacesia infatti quest’anno, per la prima volta, ha aderito al grande evento nazionale promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo che da anni porta sui palchi delle più grandi città italiane ed europee musicisti appartenenti ad ogni genere musicale. La Festa della Musica, che in tutta Italia si svolge il 21 Giugno, giorno del solstizio d’estate, nacque in Francia nel 1982, diffondendosi poi man mano in tutta Italia. “Abbiamo voluto portare la Festa Nazionale della Musica anche a Fossacesia – dichiara l’Assessore agli eventi Maria Vittoria Tozzi – per offrire a tutti i musicisti un’opportunità, gratuita, per esibirsi in una location straordinaria qual è quella di San Giovanni in Venere. Abbiamo lasciato libero sfogo a chiunque di portare sul palco il proprio talento, con ogni genere musicale, dal pop alla classica, dal rock al jazz, cercando di centrare quello che è il vero senso della musica: l’universalità”. Ricco il programma previsto per domani sera, con 9 gruppi ad esibirsi fino a tardi: dapprima sarà la volta di Erika Finizio Duo (musica classica), e poi man mano a seguire Nicole Caravaggio (musica leggera), Marco Di Carlantonio (musica leggera), Melania Piacampo (Soul, Swing, Blues,ReB), Eleonora Bucci (Violinista), Quintetto Accademia Musicale Frentana (Musica classica, Jazz), Gruppo musicale HERTZ (Pop-rock, Tribute Band The Cranberries), Gruppo musicale DIAMONDS (Pop, Blues) e in chiusura il Gruppo Musicale GREY’S BAND (Rhythm and blues e rock anni ‘60/’70). “Siamo certi che sarà una gran serata quella di domani – conclude il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – all’insegna del divertimento e della buona musica. Abbiamo scelto di organizzare questo importante evento nell’area monumentale di San Giovanni in Venere poiché siamo convinti che anche la musica può essere un ottimo strumento.

 

E’ tutto pronto per la terza edizione della Notte del Parco, organizzata dall’associazione Amici della Musica ed inserita all’interno della stagione 2017 dell’Estate Musicale Frentana. Sabato 24 e domenica 25 giugno, il Parco delle Arti Musicali diventerà centro nevralgico culturale di Lanciano con un insieme di eventi, concerti ed esibizioni che metteranno insieme arte, fotografia, enogastronomia, poesia e ovviamente musica per un’offerta culturale a 360 gradi davvero per tutti i gusti.

Si parte sabato 24, alle ore 18, nella sala di musica da camera Manlio del Parco delle Arti Musicali con una sezione dedicata a poesia e letteratura a cura di Antonio Spadano e Lisa La Pietra con letture di Marianna Della Penna, Giovanni Di Guglielmo, Vito Moretti, Diana Scutti e Dante Troilo.? Alle ore 19.30, nella Piazza d’Armi delle Torri Montanare, ci sarà il primo dei tre concerti in programma con l’esibizione della Corale Fedele Fenaroli diretta dal M° Giuseppe Rullo. Alle 21.30, si torna nel chiostro del Parco con il tradizionale Guitar Ensemble Fenaroli a cura di Orlando Volpe. Alle 23, di nuovo nella Piazza d’Armi, a suonare ci sarà il Saba Anglana Quintet con “The jazz world line”.

Si proseguirà domenica 25 giugno, alle ore 18, nella sala Manlio La Morgia, con l’ultimo dei Concerti del Parco prima della pausa estiva, con l’esibizione di Lisa La Pietra e Marco Ciccone. Alle 21, in largo dell’Appello (di fronte le Torri Montanare), sarà la volta della lectio magistralis di Vittorio Sgarbi invitato da Confartigianato Chieti che presenterà il suo libro “Da Caravaggio a Tiepolo, dall’ombra alla luce”. A seguire, nel chiostro del Parco delle Arti Musicali, dinner party esclusivo con il critico d’arte, con la possibilità di degustare finger food e buon vino ed ascoltare la musica dal vivo del Taraf de Gadjo.

Inoltre, sono diverse le collaborazioni con realtà ed associazioni frentane che animeranno l’evento. Sarà presente l’associazione Arena7 con le esposizioni degli artisti Carla Cerbaso, Daniela Giuliani, Davide Cruciata e Michele Montanaro in una piccola sezione dedicata a (Con)fusioni, la mostra dell’incompiuto. Ci faranno compagnia anche i fotografi dell’associazione Social Photography Street 6212 con degli shooting fotografici durante le esibizioni musicali. E in ultimo, ma non per importanza, ci sarà la Delegazione FAI di Lanciano con guide ad hoc alla scoperta del Parco delle Arti Musicali e delle Torri Montanare per vedere come si è passati dalle sbarre del carcere di Santa Giovina alla libertà ed alla gioia della musica.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti della Notte del Parco è gratuita tranne che per il concerto di Saba Anglana; ma più che un mero biglietto, a soli 5 euro, ci piace considerarlo come un’offerta che la città può fare all’associazione Amici della Musica per sostenerla in questo momento di difficoltà.

Non mancherà una sezione dedicata all’enogastronomia con Taste of Lanciano. Taste of Lanciano è il primo passo di un percorso verso la creazione di un brand dell'enogastronomia lancianese. “Taste” come sapore, gusto, quindi il sapore di Lanciano, inteso come esperienza di cultura, tradizioni e gusto di una città antica. Un marchio che vuole riunire gli operatori della gastronomia per offrire/proporre il nostro territorio in occasione di eventi culturali come appunto La Notte del Parco, oppure per offrire la ristorazione diffusa nel centro storico in occasione di grandi eventi o pellegrinaggi.

Con Taste of Lanciano immergersi nell'atmosfera del centro storico sarà un'esperienza piacevolissima. Per La Notte del Parco sarà proposta dalle ore 18.30 alle ore 24.00 la degustazione dei vini della Cantina Colle Moro associati a finger food realizzati da alcuni ristoratori della città. La degustazione avrà il costo di 5 euro per due calici di vino e tre finger food.


Importante la sinergia con il Consorzio Le Vie del Commercio di Lanciano che offrirà ai possessori della Card la degustazione al costo ridotto di 2,50 euro. Inoltre i primi 50 possessori di Card che ne faranno richiesta avranno diritto all'ingresso gratuito al concerto di Saba Anglana Quintet. Per fruire di tali benefici la card dovrà essere esibita al desk del Consorzio presente il 24 giugno presso il Parco delle Arti Musicali.

Sarà il M° Donato Renzetti il nuovo Sovrintendente Artistico EMF per le attività didattiche e concertistiche collegate, nell’ambito dell’Estate Musicale Frentana.

Renzetti, nato a Torino di Sangro il 30 gennaio 1950, è tra i direttori d’orchestra italiani più affermati al mondo. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in importanti concorsi internazionali come il "Diapason d'Argento" nel 1975 e nel 1976 al "G.Marinuzzi" di San Remo o la medaglia di bronzo nel 1978 al "Primo Concorso E. Ansermet" di Ginevra. La sua carriera non ha avuto sosta alternando l’attività sinfonica con produzioni d’opera lirica e registrazioni discografiche.

Ha diretto alcune tra le più importanti orchestre del panorama musicale internazionale come la London Philarmonic, l’English Chamber Orchestra, la Filarmonica di Tokyo e l’Accademia di Santa Cecilia di Roma. Dal 1987 è docente di Direzione d'Orchestra per il Corso Triennale di Alto Perfezionamento all'Accademia Musicale Pescarese, scoprendo numerosi talenti di nuove generazioni.

Nel 2002 il Collegio dei Ragionieri di Lanciano in Abruzzo gli ha conferito il "Premio Frentano d'Oro" per i meriti artistici ottenuti in Italia e all'estero.

“Credo sia importante dare il mio contributo e poter lavorare insieme al presidente Omar Crocetti - è il primo commento del direttore artistico Renzetti - per salvaguardare l’esistenza di questa istituzione che nonostante gli esigui finanziamenti, il mancato sostegno di una politica sorda, merita di essere sostenuta affinché continui l’attività concertistica e di formazione musicale internazionale che l’ha contraddistinta e ha contraddistinto la città di Lanciano in questi 45 anni di storia e di tradizione, culturale e artistica”

L’Associazione “Amici della Musica” FEDELE FENAROLI, ringrazia il M° Renzetti e augura a lui, a tutto lo staff e ai collaboratori, un buon lavoro per la preparazione e lo svolgimento della 46esima stagione didattica e concertistica EMF per l’anno 2017.

 

Un impegno preso con la città che abbiamo mantenuto, con queste parole ha esordito stamane in conferenza stampa Camillo D’Alessandro consigliere regionale di maggioranza con delega ai trasporti che ci ha tenuto ad annunciare di persona come per l’EMF siano in arrivo 50 mila euro. Non annunci ma carte alla mano ha mostrato come la determina dell'atto di indirizzo del presidente D'Alfonso ha finalmente concesso alla gloriosa istituzione cittadina, dopo tanti tentennamenti la somma che va a colmare un vuoto che in città aveva creato non pochi clamori. Altri 20 di fondi peg mila dovrebbero arrivare, erano stati già annunciati lo scorso 25 maggio in un incontro al Parco della Musica, per ora si ha solo un problema di rendicontazione, ma arriveranno anche quelli assicura D’Alessandro. Il sindaco Pupillo che non ha mai fatto mistero del suo legame personale con l’Estate Musicale ora potrà agire anche per arrivare al FURC (fondo unico regionale dello spettacolo) che ha a diposizione altri finanziamenti da distribuire sul territorio secondo parametri ben precisi a 14 realtà. Altri 45 mila  euro verranno dalle casse comunali.

Poi un appello al direttore artistico Luigi Piovano, che nei mesi scorsi aveva abbandonato il suo posto, ad un ripensamento, qualora fosse possibile e compatibilmente ai propri impegni artistici, a tornare a curare la parte artistica dell’Estate Musicale Frentana. La mia, ha ribadito D’Alessandro, è una stima personale ribadita più volte anche in occasione dell’Expo.

I soldi non arriveranno più tardi di metà gennaio.

La Città di Lanciano è nota in tutto il mondo per l'altissimo livello dei corsi di formazione orchestrale dell'Estate Musicale Frentana, e a livello nazionale per la pregiata eredità dei maestri musicisti Fenaroli e Masciangelo, nonché per il recente recupero delle antiche carceri trasformate oggi in un Parco delle Arti Musicali che ospita la Scuola Civica Musicale. Riteniamo dunque Lanciano il contesto ideale dove permettere agli studenti degli istituti di scuola primaria del comprensorio di proseguire gli studi musicali. Le sezioni musicali attive nelle scuole medie del Frentano sono: Comprensivo n.1 Lanciano, Comprensivo di Castel Frentano, Comprensivo di Quadri, Comprensivo n. 2 di Ortona, Comprensivo di Orsogna, tutte ricadenti nell'ambito territoriale che vede come capoluogo Lanciano.E allora perchè non un Liceo Musicale nella Città della Musica per eccellenza?L'Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Mario Pupillo si è detta favorevole all'intenzione manifestata dal Liceo Scientifico Statale “Galileo Galilei” di Lanciano di attivare la sezione Musicale all'interno della propria offerta formativa per l'anno scolastico 2017-2018.

L' intenzione è quella di cogliere questa grande opportunità che il Liceo Scientifico Galilei può offrire agli studenti del Frentano, soprattutto alla luce della recente riforma che ha sostanzialmente equiparato il Conservatorio Musicale in un corso di Laurea: l'obiettivo è quello di garantire agli studenti la continuità di indirizzo di studi dopo la scuola media per poi accedere, eventualmente, post diploma alle Scuole di Alta formazione Musicale (ex Conservatorio).

Chi sceglierà  di frequentare il Liceo Musicale potrà proseguire nello studio dello strumento senza doversi sottoporre a stressanti viaggi per raggiungere l'unica sede attualmente aperta in Provincia, a Vasto, piuttosto distante e difficilmente raggiungibile con i mezzi, tanto da scoraggiare la prosecuzione degli studi musicali per la stragrande maggioranza degli studenti. L'auspicio della Città di Lanciano è che gli uffici regionali preposti possano accogliere la proposta nell'interesse di un intero comprensorio.

La Giunta Comunale ha approvato il sostegno all'iniziativa del Galilei di Lanciano con Delibera di Giunta numero 390 del 30 novembre 2016, inerente “Piano Regionale della Rete Scolastica 2017/2018 - richiesta di attivazione del Liceo Musicale nell'offerta formativa del Liceo Scientifico Statale Galilei di Lanciano.

 

ORTONA - L’evento più atteso dell’anno del centenario della morte di Tosti si è concluso. La giuria internazionale ha  proclamato i nuovi migliori interpreti della romanza vocale da camera.
FRANCESCO TELLI (Italia), Presidente di Giuria. Compositore, docente ordinario di composizione  Conservatorio di Musica Santa Cecilia, Roma; EMANUELE MORIS (UK), Guildhall School of Music, Londra; GLENN MORTON (U.S.A.)  Docente Manhattan School of Music e Mannes College – The New School for Music, New York; MIWAKO MATSUMOTO (Giappone), Soprano, stimata interprete del repertorio tostiano in Giappone, Docente Università Musashino Academia Musicae di Tokio; LUISA PRAYER (Italia), Pianista, direttore artistico Istituzione Sinfonica Abruzzese, L’Aquila hanno selezionato progressivamente i quaranta candidati provenienti da diversi paesi oltre che ovviamente l’Italia (America, Regno Unito, Giappone, Polonia, Costarica, Corea Del Sud, Cile, Francia) nelle fasi durate quattro giorni: dalle eliminatorie del 29 novembre alla finale del 2 dicembre.
La finale, aperta al pubblico, si è svolta al teatro Comunale Tosti la sera del 2 (giorno centenario della morte di Tosti). Tutti i 9 finalisti hanno eseguito due romanze, una in italiano e una in inglese o francese e sono stati accompagnati dalla pianista ufficiale e consulente dell’Istituto Tostiano Isabella Crisante.
Alla fine la giuria, unanimemente ha designato i vincitori:
JOHN VISCARDI (USA), baritono, Primo Premio
MARIA BAGALA’ (Italia), soprano, Secondo Premio
MARIKA SPADAFINO (Italia), soprano, Terzo Premio
PARK KIOK (Corea del Sud), basso, Premio Speciale “Tosti Friends” assegnato al migliore interprete di un’aria a scelta fra quelle delle opere di G. Verdi, G. Puccini, P. Mascagni, R. Leoncavallo, tutti compositori legati da rapporti di amicizia e collaborazione con Tosti.
MICHELA GUARRERA, soprano, Premio Marco Aurelio Basti per i candidati al di sotto dei 25 anni particolarmente distintisi. Inoltre si è decisa una menzione speciale per DELPHINE DA PONTELLO BUTIQUE (Francia), soprano e RINAKO HARA, (Giappone), soprano. Le altre due finaliste sono SARA BORRELLI, soprano e SARAH PICCIONI, soprano.
A conclusione della competizione la giuria ha riconosciuto la qualità di molte delle voci dei concorrenti pur non ammessi alla finale. In effetti tra i concorrenti molti sono i talentuosi ma il concorso tostiano richiede un livello di maturità vocale ed interpretativa tale da evidenziare ogni preziosità testuale e musicale. Altro parametro tenuto in considerazione è stato la corretta dizione per la lingua italiana e la competenza linguistica per le lingue straniere.
Gianfranco Miscia, musicologo dell’Istituto e il soprano Donata D’Annunzio Lombardi hanno intrattenuto il pubblico durante la fase in cui la giuria si è riunita per deliberare, sottolineando il valore del concorso, l’importanza del centenario tostiano e ricordando le figure di Francesco Sanvitale e Tommaso Caraceni che hanno fondato e guidato l’Istituto rendendolo quello che oggi conosciamo. Il testimone dell’Istituto  è stato raccolto dopo la morte dei fondatori sia dal personale dell’ente che continua a produrre attività e ricerca, sia da coloro che negli anni sono diventati punto di riferimento di Tosti e della romanza da salotto. Tra questi certamente, oltre alla stessa Crisante,  il soprano Donata D’Annunzio Lombardi, prima vincitrice del Concorso Internazionale del 1996,  nota voce lirica e ambasciatrice di Tosti nel mondo.
La serata è stata comunque animata da diversi ospiti importanti. Erano presenti Rolando Panerai, ospite d’onore, le agenzie di management internazionale Virginio Fedeli di Atelier Musicale; Sandra Hormozi, Encompass Arts di New York, alcune testate specializzate: Antonella Neri, presidente di Cantare l’Opera e responsabile del portale www.cantarelopera.com; Simone Tomei degli Amici della Musica www.gliamicidellamusica.net, e diverse autorità del mondo teatrale: la regista Vivien Hewitt, il Maestro Angelo Taddeo direttore artistico del festival pucciniano di Torre del Lago e Vittorio Di Paola, Presidente dei Cavalieri del Lavoro e Presidente onorario della Società di Concerti “B. Barattelli” dell’Aquila.
Panerai, invitato sul palco a fare un saluto dalla D’Annunzio Lombardi, ha ricordato alcuni episodi della sua vita artistica ed espresso l’idea che le stesse romanze tostiane si prestano ad essere drammatizzate. Altra gradita sorpresa la presenza del maestro Beppe Vessicchio, appassionato cultore della produzione di Tosti,  che ha ricevuto un riconoscimento dal Comune di Ortona la mattina del 2 dicembre. Vessicchio ha ricordato come sin da bambino cantasse le romanze di Pasquale Mario Costa e Tosti prima di approfondire gli studi e comprendere lo spessore del musicista ortonese, assolutamente attuale ed anzi da valorizzare ulteriormente per la sua creatività.
Insomma si è svolto, sotto gli occhi del pubblico che affollava il teatro, una sorta di spettacolo nello spettacolo sino all’epilogo con la proclamazione dei vincitori. Sono stati invitati sul palco a consegnare i premi alcuni delegati dei principali sostenitori (Regione Abruzzo, Comune di Ortona, Consorzio Tutela Vini D’Abruzzo, Camera di Commercio di Chieti, il main sponsor Walter Tosto Spa), i signori Milena Basti (premio giovani) e Italo Civitarese (Tosti Friends), soci storici del Club Tosti; Kaeko Yamaguchi direttore artistico dell’Associazione Italo Giapponese di Nara che ha offerto due concerti in Giappone al vincitore del primo premio. Grazie ai premi internazionali e alle occasioni concertistiche (Istituzione Sinfonica Abruzzese) e discografiche (Brilliant Classics) i vincitori e più in generale i finalisti potranno continuare a far parlare di sè e a portare la musica di Tosti nel mondo.
Il centenario si è rivelato un punto di arrivo degli oltre trent’anni di lavoro dell’Istituto Tostiano ma anche un punto di svolta per affrontare le sfide del futuro all’insegna di Tosti, della sua musica e della musica italiana che continua ad essere faro per la cultura e patrimonio dell’umanità.

ORTONA - L’evento più atteso dell’anno del centenario della morte di Tosti è vicino: il concorso internazionale dedicato a Tosti e alle sue romanze sarà il momento finale dell’intero anno tostiano. La giuria internazionale e il mondo musicale avranno modo di proclamare i nuovi migliori interpreti della romanza vocale da camera.
Le selezioni inizieranno oggi al Teatro Comunale Tosti di Ortona.  La giuria internazionale  è composta da: Francesco Telli (Italia), Presidente di Giuria. Compositore, docente ordinario di composizione  Conservatorio di Musica Santa Cecilia, Roma; Emanuele Moris (Uk), Guildhall School of Music, Londra; Glenn Morton (Usa)  Docente Manhattan School of Music e Mannes College – The New School for Music, New York; Mikawo Matsumoto (Giappone), Soprano, stimata interprete del repertorio tostiano in Giappone, Docente Università Musashino Academia Musicae di Tokio; Luisa Prayer (Italia), Pianista, direttore artistico Istituzione Sinfonica Abruzzese, L’Aquila.
Pianista ufficiale: Isabella Crisante
I candidati provengono da diversi paesi oltre che ovviamente l’Italia: America, Regno Unito, Giappone, Polonia, Costarica, Corea Del Sud, Cile, Francia. Ciò conferma il grande appeal che la musica di Tosti ha nel mondo e che anzi si è accresciuta nell’ultimo anno. D’altra parte la consultazione del nuovo sito dell’Istituto alla pagina Tosti nel Mondo evidenzia proprio la mole di attività che da ogni dove è stata dedicata al nostro compositore.
La finale del concorso è prevista per venerdì 2 dicembre presso il Teatro Comunale Tosti  a partire dalle ore 17. Nell’occasione saranno proclamati i vincitori e premiati sul palco dopo aver ascoltato i brani presentati. La serata sarà presentata da Enrico Stinchelli conduttore con Michele Suozzo del noto programma di Rai Radio Tre “La Barcaccia”. Saranno presenti numerosi e prestigiosi ospiti del mondo della musica e dello spettacolo: Rolando Panerai, ospite d’onore, le agenzie di management internazionale Atelier Musicale e Stage Door; Antonella Neri, presidente di Cantare l’Opera e responsabile del portale www.cantarelopera.com; giornalisti delle testate L’Opera, Operaclick, GBOpera, Gli Amici della Musica  (www.gliamicidellamusica.net), Il Tempo, Il Messaggero e diverse autorità del mondo teatrale.
L’ingresso alla serata del 2 dicembre  è libero sino ad esaurimento posti.

Esce “Pensieri blu”, il nuovo album degli Aforisma, band abruzzese composta da Michele Franceschini alla voce, Vincenzo Pugliese alle chitarre, Vincenzo Vik Di Santo alla batteria, Nicola Di Carlantonio alle tastiere e Stefano Gabriele Susca al basso. “Pensieri blu” – spiegano gli Aforisma - è un tributo alla semplicità, sia dal lato musicale che da quello della stesura dei testi, i quali all'apparenza sono essenziali ma racchiudono al contrario significati molto profondi. E' proprio nella semplicità che vogliamo racchiudere la complessità della vita”. L'album  sarà presentato sabato 1 ottobre alle 21:00 al Teatro F. Fenaroli di Lanciano. L’iniziativa, prima data del tour della band, è organizzata con la preziosa collaborazione dell’associazione culturale “Silvio Spaventa” e con il patrocinio del Comune di Lanciano. Mentre Angelo Venditti curerà la parte audio. Il concerto al teatro Fenaroli, che proporrà i brani del nuovo album e qualche successo del passato del gruppo, sarà arricchito da un light show studiato appositamente per creare ulteriore atmosfera e da una voce fuori campo nei punti fondamentali per rendere la scaletta uno spettacolo non solo per le orecchie ma anche per gli occhi e soprattutto per il cuore. Il live vedrà la partecipazione della band al completo e delle coriste Justin Mangifesta e Giusy Sorrentino. L’ingresso all’evento sarà ad offerta libera. Il nuovo lavoro discografico degli Aforisma, interamente autoprodotto, è composto da nove brani e spazia dal pop-rock di “Non ci provare mai più” e dall’acustico di “Immagina” all’hard rock di “Sono stufo”, al pop di “Dall’alba al tramonto” e alle atmosfere rilassanti di “Sex”. “Angel” invece è una ballad che vede la collaborazione ai sax di Marco Salvatore e che evoca i lenti degli anni Cinquanta che riscaldavano i cuori degli innamorati. E poi c’è “Un giorno di settembre” con la voce di Justin Mangifesta nei ritornelli che è un brano autobiografico che il cantautore Michele Franceschini dedica a sua figlia. “Pensieri Blu” è un album semplice e genuino fatto di piccole frasi che racchiudono grandi concetti, di musiche essenziali, brillanti, spontanee e mai banali. Una raccolta di pensieri che l’autore e cantante del gruppo Michele Franceschini ha scritto di getto, senza pensarci due volte. E poi il blu, il colore più semplice, il colore del cielo, il colore del mare, il colore dell'immenso. Un colore primario in cui ci si può perdere dentro che rispecchia appieno l'album e gli Aforisma. Un album apparentemente essenziale ma che nasconde piccoli segreti da scoprire e interpretare. Un cd che ripercorre peraltro perfettamente la storia della band che nasce nel 2013 dall’incontro casuale tra il chitarrista Vincenzo Pugliese e il cantante Michele Franceschini. Un feeling che portò subito alla composizione e all’arrangiamento di una dozzina di brani che vennero registrati nello studio di Vincenzo Vik Di Santo che venne coinvolto inizialmente solo come fonico, poi come batterista. Il trio nell’agosto del 2013 sforna il primo disco dal titolo “Big Man”. Nel tour successivo all’uscita dell’album coinvolge Nicola Di Carlantonio alle tastiere e Stefano Gabriele Susca al basso. La band, alla ricerca di un nome, intuì che era necessario qualcosa di semplice ed efficace, qualcosa che rappresentasse la loro musica, qualcosa che con poche parole riuscisse a racchiudere l'essenza della semplicità, delle piccole cose, di ciò che ci circonda. Da qui il nome  "Aforisma".
 

Settima edizione all'insegna dei grandi nomi della storia del jazz per il Festival Jazz Tradizionale di Lanciano con il concerto del settetto di "Gianluca Galvani - The sound of Swing" inserito nel cartellone delle Feste di Settembre 2016.  Una formazione musicale composta da maestri del Jazz classico e dello Swing, con un incantevole repertorio costituito da canzoni che, alternate a note storiche e curiosità, raccontano trent'anni di evoluzione del jazz. Gianluca Galvani alla tromba, Attilio Troiano al sax tenore e clarinetto, Carlo Ficini al trombone, Renato Gattone al contrabbasso, Andrea Pagani al pianoforte, Gianluca Perasole alla batteria, insieme alla cantante Letizia Antinori, interpretano le straordinarie melodie dei compositori americani dei primi anni del 900, da George Gershwin a Cole Porter, da Duke Ellington a Hoagy Carmichael, da Fats Waller a Richard Rodgers. "Tra i brani che saranno proposti dal Settetto jazz - spiega il direttore artistico Renato Gattone, abruzzese ma romano di adozione - il pubblico saprà riconoscere Stardust (1929) di Hoagy Carmicheal, Honeysuckle Rose (1929) di Fatz Waller, Night and day (1932) di Cole Porter e Cheek to cheek (1934) di Irving Berlin. Vi aspettiamo in Piazza Plebiscito, a Lanciano, mercoledì 14 settembre dalle ore 22, subito dopo l'esecuzione della Banda filarmonica della Frentania".