Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

SANT'EUSANIO DEL SANGRO - "Da oltre un anno dalla presentazione del progetto del pirogassificatore di rifiuti,proposto il 26 agosto 2015 e localizzato tra le contrade di Colle Campitelli in Lanciano e  Brecciaio in S.Eusanio del Sangro, nonostante le manifestazioni ben riuscite, organizzate da noi del comitato e la chiara e netta contrarietà al progetto espressa da cittadini, associazioni e sindaci, attendiamo con ansia un parere della commissione Via. regionale. E’ arrivata l’ora di chiudere la partita con la ditta proponente, la Marcantonio sas e lo faremo a gran voce in tutte le sedi". Comincia così la nota del comitato spontaneo di cittadini, che si sta battendo da mesi contro il progetto dell'impianto. Sabato 12 novembre, alle ore 16, nel centro visite della riserva regionale Oasi di Serranella, il comitato ha organizzato un evento informativo dal titolo “Incenerire non è una soluzione”, con la presenza del sottosegretario alla presidenza della Regione Abruzzo, Mario Mazzocca. Sarà un'occasione per confrontarsi con il governo regionale e conoscere le sue intenzioni, alla luce delle disposizioni contenute nello "Sblocca Italia", con cui il Governo nazionale prevede in Abruzzo un termovalorizzatore da 120mila tonnellate di rifiuti l'anno. All'incontro interverranno anche Felice Vitullo, presidente Isde medici per l’ambiente di Chieti e Luciano Di Tizio presidente del Wwf Abruzzo.
 

LANCIANO - Continua la polemica sull'affidamento, da parte del Comune di Lanciano, del servizio di igiene urbana alla EcoLan. Affidamento che il Tar ha annullato nei giorni scorsi, tornando a sollevare il problema del "controllo analogo", ritenuto troppo insufficiente. Sabato il presidente della società Massimo Ranieri, insieme al sindaco Mario Pupillo, ha sottolineato come la questione sia piuttosto complessa e che in EcoLan, il controllo analogo viene assicurato da un comitato composto da 9 sindaci soci. Ieri la stessa sezione del Tar ha annullato anche l'affidamento del Comune di Atessa, assegnato in house alla EcoLan, come fatto da Lanciano, Ortona, San Vito e diversi altri Comuni del Frentano. Oggi sulla vicenda interviene il gruppo consiliare di opposizione "Nuova Lanciano", che già a giugno dello scorso anno aveva espresso perplessità sul metodo seguito per affidare il servizio di igiene urbana alla EcoLan (il cui capitale è interamente detenuto da 53 Comuni della zona). "E’ evidente che la nostra non è una critica strumentale fine a se stessa contro l'operato della EcoLan - precisa, in una nota, Nuova Lanciano - a cui va riconosciuto l’indubbio merito di aver svolto il servizio di raccolta e pulizia in maniera egregia. Tuttavia siamo seriamente preoccupati perché, nel corso di questi mesi, la EcoLan ha investito ingenti somme per dotare l'azienda di mezzi attrezzature e personale per poter far fronte alla mole di lavoro che è derivata dagli affidamenti diretti, che però il Tar ha dichiarato essere illegittimi. E, pertanto, al di là di quelle che possono essere le responsabilità politiche (e ci sono e sono evidenti), non vorremmo, come cittadini, ritrovarci a pagare ulteriori somme per errori che potevano essere tranquillamente evitati, attraverso l’indizione di una gara pubblica, dove anche EcoLan avrebbe potuto partecipare". Quello che suscita i timori di Nuova Lanciano è l'effetto "domino" legato alle sentenze del Tar. "Lungi dal voler creare inutili allarmismi populisti - conclude la nota - vorremmo, però evitare che siano i cittadini a dover fare le spese di scelte errate e frettolose".

LANCIANO - Brandendo un bastone, si è introdotto in casa dei vicini, picchiando selvaggiamente una donna di 82 anni e il figlio di 52. Protagonista Rocco Buccini, 32 anni, finito in manette con l'accusa di lesioni aggravate. Tutto è accaduto intorno a mezzanotte, in un palazzo dell'Ater di via Sigismondi, nel quartiere Santa Rita di Lanciano. Buccini, che si trovava ai domiciliari per precedenti vicende giudiziarie, improvvisamente ha dato in escandescenze: ha sfondato la porta dei vicini e li ha aggrediti. Poi è sceso in strada, danneggiando anche una vettura posteggiata in strada. Il 32enne ha rischiato il linciaggio da parte degli altri residenti del condominio, stanchi dei continui episodi spiacevoli di cui l'uomo si è reso protagonista negli ultimi mesi. Per riportare la calma sono dovute intervenire 3 pattuglie dei carabinieri e una volante della polizia. Anche un militare è rimasto lievemente contuso. L'anziana e il figlio sono stati trasportati all'ospedale di Lanciano, dove sono stati ricoverati. La donna se la caverà in 30 giorni, mentre il figlio - che è stato colpito alla testa - è ancora in prognosi riservata. Buccini è stato rinchiuso nel carcere di Villa Stanazzo: dovrà rispondere anche di evasione, violazione di domicilio, danneggiamenti, porto abusivo d'arma atta ad offendere, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

LANCIANO - Potrebbe essere il primo di una lunga serie, se anche gli altri ricorsi (in parte solo annunciati, in parte anche depositati) dovessero avere la stessa sorte: il dirigente del servizio tributi di Lanciano, Paolo D'Antonio, ha firmato la determina con cui viene liquidato il rimborso di 167 euro a Francesco Paolo D'Orsogna, il fiscalista lancianese che ha iniziato la battaglia contro i conguagli della Tarsu 2013 (la tassa sui rifiuti solidi urbani). D'Orsogna ha ottenuto la restituzione della somma indebitamente pagata sulla base di una pronuncia della Commissione Tributaria dell'Aquila, emessa lo scorso agosto. Proprio la Tarsu del 2013, nelle scorse settimane, è stata al centro di una durissima polemica politica, a causa di centinaia di cartelle errate inviate ai cittadini.

LANCIANO - Incontro con la poetessa Anila Hanxhari che, domani, 5 novembre, alle 17, a Lanciano, nei locali della Colanero Renault, in contrada Gaeta 40 (sulla variante Frentana), presenta il suo nuovo libro di poesie “Tiro a sorte la liberta?” (Tabula Fati). Scrive di lei Davide Rondoni: “Anila Hanxhari è poetessa midollare, si muove come una Marianne Moore in passo albanese, in lingua sonante d’Italia. Non c’è nulla di automatico e nulla di letterario in lei, la violenza ispirante che movimenta a far uscire farfalle e spade dalla bocca e dal cuore deve aver sede in una regione della immaginazione in cui non si accorge nemmeno di immaginare. È veggente. La sua anima, come diceva Rimbaud (e come sapeva Giovanni della Croce) si è fatta mostruosa — mostruosa rispetto alle anime quiete, belle e fatte, borghesi”.
Presentano la poetessa l’associazione culturale Silvio Spaventa, in collaborazione con Ascom Abruzzo. L’incontro viene moderato da Marino D’Antonio, presidente dell’associazione; a Rolando D’Alonzo è affidata una relazione critica; Gigliola D’Antonio legge alcuni testi con l’accompagnamento musicale di Nico D’Orazio a clarinetto e sassofono, e Pietro Angilieri alla chitarra elettrica.
Anila Hanxhari e? nata a Durazzo nel 1974, e dal 1993 vive a Lanciano. Poetessa è anche pittrice, narratrice, traduttrice e presidente dell’associazione culturale Italfida. Dirige il settore cultura Ascom Abruzzo, per cui cura il format di “Poesia e impresa”. Ha pubblicato diverse raccolte di poesie; è presente nell’antologia «Nuovissima poesia italiana” (Oscar Mondadori 2005); ha vinto vari premi tra cui Camaiore-Proposta 2002, Matacotta opera prima 2003, Valle Senio, Poesia nella vita 2011.
 

LANCIANO - Domenica 6 novembre alle ore 17 andrà in scena il primo spettacolo del Festival di Teatro Dialettale incluso nel cartellone 2016/2017 del Teatro Fenaroli di Lanciano; in programma ‘Filumena Marturano’, commedia di Eduardo De Filippo, regia di Germano Benincaso portata in scena dalla Compagnia Teatrale “Amici dell’Arte” Lucera (FG). La rassegna giunta alla sua XIV edizione è organizzata dagli Amici della Ribalta di Lanciano; gli spettacoli previsti, portati in scena a Lanciano da compagnie di Abruzzo, Lazio, Campania, Toscana, Molise ed Umbria, parteciperanno al Premio Maschera d’Oro città di Lanciano. A distanza di oltre trent’anni dalla prima fortunata esibizione, gli “Amici dell’Arte” hanno scelto di rendere omaggio a Eduardo e Luca De Filippo riproponendo questo capolavoro che ha trovato in Lina Carratù e Germano Benincaso gli interpreti ideali per i ruoli di “Filomena Marturano” e “ Domenico Soriano”, senza – per questo – avere la minima presunzione di paragonare la propria interpretazione a quella dei grandi professionisti che hanno indossato i panni di questi personaggi, ma sperando di meritare – ancora una volta – l’applauso e gli apprezzamenti del pubblico che li segue da oltre 47 anni. La messa in scena dello spettacolo rispecchia in massima parte il testo originale ed i personaggi sono caratterizzati in maniera semplice, senza enfasi, con una interpretazione che è riuscita ad emozionare un pubblico attento e pronto ad applaudire i momenti più intensi della rappresentazione.Una citazione a parte va fatta per la scenografia realizzata da Giuseppe Grasso e le musiche originali composte dal maestro Pasquale Ieluzzi.
Biglietti e abbonamenti in vendita presso il botteghino del teatro (16.30/19.30); apertura botteghino domenica ore 15.30

LANCIANO - I bambini che frequentano le scuole dell'infanzia a Lanciano non dormiranno più il pomeriggio. Lo hanno comunicato ai genitori le maestre, spiegando che si tratta di una decisione presa dai dirigenti scolastici e legata allo sciame sismico in atto da giorni in tutto il Centro Italia. In caso di scossa, infatti, le maestre non avrebbero il tempo di attuare i protocolli di sicurezza, perché appare ovvio che svegliare tanti piccoli (di età compresa tra i 3 i 5 anni) e portarli al sicuro sarebbe impossibile. Un fatto che ha riacceso i timori di genitori, preoccupati di come gli edifici scolastici cittadini potrebbero reagire in caso di terremoto e quindi di come potrebbero garantire l'incolumità dei loro figli. Anche il nostro articolo del 12 settembre scorso aveva evidenziato come l'unica scuola antisismica fosse quella di Marcianese. E’ vero che Lanciano non è classificata come zona ad alto rischio sismico, ma in molti hanno comunque presentato formale richiesta di accesso agli atti per capire in che modo siano stati controllati gli edifici dopo la scossa di domenica scorsa e chi abbia eseguito questi sopralluoghi.
Negli anni scorsi tutti ricordiamo il teatro Fenaroli chiuso perché non superava collaudi per la sicurezza, o lo stadio Guido Biondi che non veniva mai giudicato agibile per cavilli e insegne sulle uscite di emergenza. E ancora gli spazi da dove guardare in sicurezza i fuochi d’artificio con le scalinate di Villa delle Rose ad un tratto diventate la “linea Gustav”. Tutta questa attenzione non poteva essere riservata alle scuole? I genitori, e sono davvero tanti, aspettano risposte pur nella consapevolezza che il terremoto è un fatto imprevedibile. Pensare, però, che una scuola come la Bellisario, inaugurata nel 2013 (dopo il terremoto dell'Aquila e i fatti tragici di San Giuliano di Puglia, che sembravano aver avviato un nuovo ciclo nel modo di costruire le scuole), non rispetti i requisiti antisismici fa davvero pensare, e non poco. (C.Lab)

 

LANCIANO - Godersi il film e conoscere il creatore della pellicola, gustandosi un buon aperitivo: questo il senso di “Apericinema con l’autore” che avrà inizio venerdì 4 Novembre dalle 19.30.  Si tratta di quattro eventi che si svolgeranno presso il multisala CiakCity di Lanciano ogni venerdì sera sino al 25 novembre prossimo.
Il primo appuntamento è d’eccezione con “Bozzetto non troppo” di Marco Bonfanti che sarà presente all’avvenimento. Si tratta del lungometraggio con cui si entra nel mondo di quello che viene riconosciuto come il maestro italiano dei film di animazione. Non è un caso che il cineasta autore, tra gli altri, di “West and Soda”, “Allegro non troppo”, “I sogni del signor Rossi”, Lunedì scorso è stato premiato per la sua splendida carriera al  “Lucca Comics”. Il docu-film è stato presentato fuori concorso alla 73^ edizione del Festival internazionale del cinema di Venezia.
Il secondo evento è in programma l’11 novembre con la proiezione di “La ragazza del mondo” che ha partecipato all’ultima edizione del Festival internazionale di Venezia in concorso nella categoria “Giornate degli autori”. La serata vedrà la presenza del regista Marco Danieli. Il film, che approfondisce le tematiche relative ai Testimoni di Geova, ha vinto il Premio Pasinetti per il miglior attore e per la migliore attrice.
La terza serata si svolgerà il 18 novembre con il film “Mancanza-Purgatorio” del regista abruzzese Stefano Odoardi che sarà presente insieme all’attrice italo-francese Angelique Cavallari. Quest’ultima è conosciuta per aver recitato in “Cado dalle nubi” di Checco Zalone e “Anni felici” di Daniele Lucchetti.
Infine “Apericinema con l’autore” si concluderà il 25 novembre con “La sindrome di Antonio” di Claudio Rossi Massimi che presenzierà all’evento. Si tratta del’opera prima del regista romano che scandaglia i malesseri esistenziali con toni lievi e spesso ironici.

 

LANCIANO - Prima la paura per la forte scossa di terremoto, avvertita distintamente anche a Lanciano, poi lo sconcerto, seguito dalla rabbia per la scena apparsa ai loro occhi. Brutta sorpresa, domenica mattina, per alcune famiglie residenti nella zona di viale Cappuccini, precisamente in via IV Novembre, che hanno trovato le loro auto - posteggiate in strada, in corrispondenza delle varie abitazioni - erano state tamponate durante la notte precedente. Quattro automobili hanno riportato danni di diversa entità, colpite da un'altra vettura che dopo gli incidenti, provocati probabilmente dall'eccessiva velocità nel percorrere una strada che attraversa una zona residenziale, si è allontanata facendo perdere le proprie tracce nel buio della notte. Dai primi riscontri, ricostruiti dagli stessi abitanti sulla base dei racconti di chi aveva sentito rumori provenire dalla strada, l'impatto sarebbe avvenuto intorno alle 2 di sabato 29 ottobre. L'auto pirata potrebbe essere una Lancia Y, visto che nella via sono stati rinvenuti alcuni rottami e frammenti di vetro e plastica che appartengono a questo tipo di vettura. "Senso civico, onestà ed educazione - commentano alcuni residenti, che lanciano un appello da VideoCittà - hanno abbandonato il guidatore dell'auto incriminata, che ha preferito darsi alla fuga piuttosto che assumersi le sue responsabilità. Al momento ignoriamo l'identità di questa persona, ma sappiamo benissimo che di questi incidenti ne avvengono moltissimi e troppe volte i colpevoli restano impuniti. La cittadinanza tutta dovrebbe coscienziosamente essere partecipe delle difficoltà inflitte a queste povere famiglie ed esser di aiuto affinchè episodi del genere non accadano più". L'invito, dunque, a chi abbia visto o sappia qualcosa sull'incidente, è a rivolgersi alle forze dell'ordine.

LANCIANO - Il progetto per la realizzazione del nuovo ospedale Renzetti, nell'area dove si trova l'attuale nosocomio, è il tema all'ordine del giorno della seduta straordinaria del consiglio comunale di Lanciano, convocato dal presidente Leo Marongiu per lunedì 7 novembre alle ore 16.30. L'assise civica è chiamata a prendere atto della delibera di giunta - approvata nei mesi scorsi - sulla localizzazione del nuovo presidio.

  • Pagina 8