Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

 

30 anni,  è questa la bella meta raggiunta dall’Associazione Culturale “Il Ponte” di Lanciano che dal 1987, ininterrottamente e solo con le proprie forze, ha portato avanti in città la Sacra Rappresentazione del Presepe Vivente.

L’iniziativa, che nei primi anni si svolgeva lungo tutto il suggestivo quartiere storico di Lancianovecchia, animato da botteghe artigiane, pastori, lavandaie e massaie che popolavano i vichi, è stata poi spostata nell’antica chiesa di San Biagio e negli ultimi anni è stata ospitata nel pomeriggio dell’Epifania al Teatro Comunale Fenaroli.

La caratteristica dell’iniziativa è che ogni anno veniva proposto uno spettacolo diverso per lo più composto nei testi e nelle musiche da autori locali. Per i testi ricordiamo in questi trent’anni gli scritti teatrali di Grazia Di Florio, Carmine Marino, Mario Bosco, mentre le musiche originali sono state negli anni composte da Antonio Lagatta, Aurelio Marino, Dino Potenza, Omar Crocetti, Ivan Zulli, Panfilo De Laurentiis.

Giovedì 5 gennaio prossimo, alle ore 19.00 in Cattedrale, l’Associazione “Il Ponte” proporrà al pubblico un percorso che, attraverso interventi teatrali, musicali, canori e di danza, ripercorrerà questi trenta anni di storia, rivivendo così i momenti più belli e significativi, oltre che le scene evangeliche legate alla Natività così come proposte durante i trent’anni di Presepe Vivente.

 Ingresso libero

LANCIANO - Tra le cime innevate dei monti che delimitano il Parco Nazionale d'Abruzzo e della Majella puntualmente ogni anno, il 5 gennaio, Rivisondoli, nota località turistica al centro degli Altipiani Maggiori d'Abruzzo, si trasforma in un palcoscenico naturale per il "Presepe Vivente" più antico e conosciuto d'Italia.

La prima edizione è del 1951 e da allora la manifestazione religiosa, culturale e di costume di rilievo nazionale, unica nel suo genere cerca in tutta Italia i volti dei suoi personaggi.

Maria Laura Diano, 16 anni di Lanciano, sarà quest’anno l’Angelo dell’Annunciazione della 65esima edizione e per lei e la sua famiglia l’emozione è grande.

Della giovane VideoCittà aveva già raccontato la sua bravura in matematica, quando lo scorso anno arrivò fra i finalisti dei giochi matematici italiani. Ora un tassello in più per Maria Laura Diano, che frequenta il terzo anno del Liceo Scientifico Aeronautico di Corropoli dove si sta preparando per l'ingresso in Accademia Militare e dove vive durante la settimana nel college annesso al liceo. Un futuro impegnativo questo, in cui l’esperienza del Presepe di Rivisondoli arricchirà il bagaglio di esperienze formative per la vita.