Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Non c'è stata alcuna decisione attuativa sull'istituzione di una divisione ferroviaria autonoma (facente capo alla struttura dell'ex Sangritana) all'interno di Tua, la società unica del trasporto regionale, nata dalla fusione di Arpa, Sangritana e Gtm. Lo denuncia la Uil trasporti, in un passaggio di una lunga lettera inviata al presidente della Regione Luciano D'Alfonso, al consigliere regionale delegato ai trasporti Camillo D'Alessandro e, naturalmente, al presidente della società Luciano D'Amico. "Anzi - scrive nella nota il segretario generale Giuseppe Murinni - i continui rinvii stanno irrimediabilmente danneggiando questo settore aziendale, con ritardi dell'attivazione di commesse e una crescente situazione di non governo delle attività". La Uil, che ricorda essere stata tra i sostenitori della necessità di procedere alla creazione di un'azienda unica, chiede che si proceda concretamente a predisporre l'organizzazione della Tua, visto che oggi "l'organizzazione aziendale post-fusione - continua Murinni - vede, nei fatti, azzerate le precedenti strutture, favorendo una disordinata gestione egocentrica, che però, non conosce le peculiarità delle attività storicamente svolte nelle originarie distinte 3 società (urbano-extraurbano-ferroviario) e quindi tenta una uniformazione che nei fatti si rivela impossibile, rendendo difficoltoso anche ciò che prima si gestiva de plano". Per il sindacato è indispensabile procedere al più presto alla redazione del piano, anche alla luce delle recenti novità legislative in materia di appalti e di servizi pubblici locali. "L'attuale situazione di generale difficoltà operativa di Tua Spa - prosegue il segretario generale - pur giustificabile in una fase di iniziale start up, non può più protrarsi. Il regime di incertezza di assetto nella fascia dirigenziale apicale, infatti, rischia di compromettere l'intera operazione".

Sabato 21 novembre, a partire dalle 9.30 nell’Aula Magna del Palazzo degli Studi di Lanciano, è in programma il convegno: “Mobilità collettiva – Turismo – Cultura - Prospettive di sviluppo della Ferrovia Sangritana”. L’iniziativa è promossa dal sindacato regionale Cisas-Fisast Sezione Trasporti, in collaborazione con l’azienda di trasporto regionale TUA SpA e con il patrocinio del Comune di Lanciano. Nel convegno verranno affrontati temi di grande interesse per la collettività inerenti il ramo ferroviario Sangritana e verranno esposte alcune ipotesi di sviluppo infrastrutturale, capaci di incidere sulla crescita socio-economica dei territori: dal completamento e potenziamento dell’infrastruttura ferroviaria, alla mobilità sostenibile, al trasporto intermodale. Particolare attenzione verrà rivolta anche ai temi della mobilità dolce, delle ferrovie turistiche e della cultura legata al mondo delle imprese, attrattori di sviluppo integrato ed ecosostenibile del territorio. Aprirà i lavori il Presidente di Tua Luciano D’Amico, mentre il il Consigliere regionale Camillo D’Alessandro interverrà in rappresentanza della Regione Abruzzo e Mario Pupillo come Sindaco del Comune di Lanciano e Presidente della Provincia di Chieti. Ospite del convegno sarà Massimo Bottini, presidente di CO.MO.DO. (Confederazione Mobilità Dolce); interverranno l'architetto Adele Di Campli e Caterina Serafini, curatrice dell'archivio storico della Sangritana. Alla manifestazione saranno inoltre invitati gli amministratori locali, i portatori di interesse e la cittadinanza.