Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Due tentati furti e un furto, la scorsa notte a Treglio (Ch). “Ad essere presi di mira – dice il sindaco, Massimiliano Berghella – tre diverse abitazioni, probabilmente da uno stesso ladro solitario”.

Ignoti hanno cercato di entrare nell'abitazione dell’avvocato Luigi Toppeta in contrada San Giorgio. Dopo aver inutilmente tentato di intrufolarsi in casa, i furfanti hanno spaccato il vetro della macchina dell'avvocato, una Bmw, da cui hanno rubato una borsa in pelle, da lavoro, una giacca ed altri effetti personali. Mi sono subito allarmato quando ho visto che mancavano le chiavi del mio ufficio di Lanciano in via Piave e sono corso a controllare, riferisce l’avvocato Toppeta, ma per fortuna non erano entrati. Tornato a casa ho notato che le chiavi erano state abbandonate sul tavolo in giardino, sicuramente pensavano fossero le chiavi di casa e una volta accortisi che none ra così hanno preferito andare via. Per tutta la sera i cani di casa, due Jack Russel, avevano abbaiato ma Toppeta vista la grossa presenza di cinghiali nella zona non si era allarmato. Diversi anni fa la famiglia subì un furto ma, per fortuna,  non erano in casa.

Sempre in contrada San Giorgio, probabilmente gli stessi, o lo stesso, hanno tentato di forzare la porta di casa di un imprenditore, titolare di un ingrosso di alimenti per animali. Le telecamere di sicurezza dell'abitazione hanno ripreso un uomo che armeggiava davanti al portone. E' scattato l'allarme, che ha messo in fuga il malvivente. Era circa mezzanotte.

Nei giorni scorsi i ladri hanno fatto visita in casa in un ex assessore del comune di Lanciano che abita a San Vito Chietino

Altro tentativo di furto, intorno alle 2.30, in via dei Sospiri, nella zona del cimitero, ai danni di un cittadino, la cui moglie, nel dormiveglia, ha sentito forzare il portone. La donna, armandosi di coraggio, si è avvicinata alla finestra e ha notato un uomo, incappucciato, con un cacciavite. Lei, urlando e chiedendo aiuto, si è avvicinata all'uscio e ha aperto di colpo la porta, la cui serratura era stata già in parte smontata. Per un attimo c'è stato il faccia a faccia con il ladro, che aveva il volto coperto e che, alla sua vista, se l'è data a gambe.

“I cittadini – dice Berghella – sono spaventati. I fatti sono stati già segnalati alle forze dell'ordine. Per quanto ci riguarda, l'amministrazione comunale sta lavorando da qualche anno al completamento della pubblica illuminazione, fattore di deterrenza per i ladri: nei prossimi mesi tutte le zone saranno coperte da questo servizio. Inoltre il Comune ha concorso ad un avviso pubblico del ministero dell'Interno, riguardante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, per la progettazione e realizzazione di impianti di videosorveglianza”.